La mia piccola urla

E non vuole saperne di fermarsi!
Ecco la novità degli ultimi giorni. Nina si è scatenata e non rende la vita semplice a papà e mamma opponendo resistenza anche ai rituali consueti (credo che i primi sintomi della novella furia li abbiamo avvertiti sul fasciatoio una ventina di giorni fa).

Che fare? Restare calmi, non fronteggiarla alla pari, provare a ignorare i picci quando non sono chiaramente forieri di una richiesta sensata o di un malessere ma evidentemente una sfida. Ok, può essere.
Ma mi rendo conto, direi meglio che ho conferma, di dover fare i conti con molte cose in questo straordinario mestiere che è esser papà: e non sono solo cose fuori di me, molte sono dentro, sommerse da quintali di razionalizzazioni.

Aveva ragione Nietzche quando nel mezzo degli studi di teoretica confutava il valore della profondità umana: in breve, quel che è è in superficie – si sente, si tocca, quel che non è ma che fiacca la volontà è la costruzione del dentro, del sommerso, del profondo nell’ipotesi del uomo che deve scegliere la vita e farne qualcosa di orientato. Sì, ho sempre pensato che aveva ragione. Ma non avevo inteso ancora quanta sia la forza di quel nulla, costruzione che sotto pressione tende a rimescolare le carte per presentarle in un ordine, e un ordine doloroso.

Sarò un bravo papà, amo la mia famiglia e per fortuna ho una moglie straordinaria. Devo solo a volte permettermi di volere qualcosa, forse, devo ricordarmi di desiderare qualcosa per me. Anche se questo tempo, così difficile per me e Laura, sembra imporci in qualsiasi modo l’urgenza di una rassegnazione all’orrore di questo mondo, non devo dimenticare che Nina non ha ragione di vivere la nostra stanchezza. E urla, ci sfida e fa bene, fa proprio bene.

Annunci

2 thoughts on “La mia piccola urla

  1. lp marzo 19, 2013 / 4:01 am

    Forza papà, oggi è anche la tua festa!

  2. Jessica marzo 19, 2013 / 10:10 am

    Buona festa, papà, in questo tempo difficile sono proprio i piccoli a chiederci forza, almeno pari alla loro!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...