Nuove ossessioni e parole “perfette”

E’ tramontata l’era di Peppa Pig. Ora la nuova ossessione si chiama Small Potatoes.

Va be’, diciamo: “Morto (o dimessosi) un papa se ne fa un altro “.

Il fatto non sarebbe di per sè degno di nota se non fosse per due aspetti.

Primo,  l’incontestata supremazia dei prodotti  anglosassoni nell’intrattenimento per poppanti (pre-school animation series). Belli, graficamente ricercati, doppiati da bambini veri e con dialoghi raffinatissimi e caratterizzazioni credibili: vale per Peppa, per le patate cantanti della Little Airplane Production, con base a NY.  Quanto di più lontano del bamboccionismo dei corrispettivi italici: l’orribile e sciatto fantabosco (comunità di recupero) della Melevisione,  e i mortificanti cartoni dello zecchino d’oro.

Il secondo aspetto riguarda invece direttamente la Nina e i suoi progressi linguistici. Annotando le parole che dice, mi sembra davvero molto chiaro che la difficoltà maggiore non è nell’apprendimento delle parole e nel loro uso competente (su un piano, per il momento, quasi esclusivamente referenziale), bensì l’articolazione dei suoini, gli elementi fonologici. Problema che, come tutti i bambini, la Nina risolve creativamente eliminando suoni come, ad esempio, L o R, sostituendo a man bassa P e T, troncando sillabe finali ed iniziali… Il tutto con un’incredibile sapienza nella produzione di parole imperfette ma altamente funzionali  per il raggiungimento degli scopi comunicativi .

Questo, fino all’arrivo della Patate ballerine e canterine. Un trisillabo facile, se si vuole, per la presenza delle sue consonanti preferite, ma perfettamente (ed ossessivamente) pronunciato con la chiarezza e la cura, nell’esposizione, di chi vuole fortemente che l’interlocutore non incappi in fraintendimenti. 

“Patate, patate, patate!!!”. Chiaro e forte. Di giorno e di notte.

Perché così mi sono svegliata stanotte, alle 3 e mezza circa. Ascoltandola mormorare un “Patate, patate, patate” che ha interrotto il mio già fragilissimo sonno di mamma.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...